Assicurazione architetti Young: come risparmiare?

 

L’assicurazione architetti, come certamente saprai, è obbligatoria sia per i liberi professionisti che per i dipendenti: scopriamo cosa copre, e come puoi risparmiare scegliendo la polizza giusta!

 

 

Fin da piccoli si imparano i grandi nomi dell’architettura, da quelli passati come Michelangelo Buonarroti che progettò addirittura la Capella Sistina e la basilica di San Pietro, Gian Lorenzo Bernini con piazza San Pietro e Vasari con i suoi trattati, per arrivare ai moderni Zaha Hadid, Renzo piano o Bjarke Ingels.

Tutti grandi nomi e poi… e poi ci sei tu, giovane architetto, che devi ancora rifarti delle tante notti in bianco passate a studiare per prendere la sacrosanta laurea in architettura, e che no, non sei ancora ricco e famoso, avendo peraltro iniziato a lavorare solo da poco tempo. Nonostante tutto ciò sei comunque obbligato per legge e a stipulare l’assicurazione architetti, una spesa di cui, diciamolo, faresti volentieri a meno.

Peccato che non puoi. Oggi vedremo perché l’assicurazione architetti è obbligatoria, che cosa copre questa polizza e, infine, come puoi prendere tre piccioni con una fava, ovvero come puoi rispettare l’obbligo di legge, essere perfettamente coperto e, allo stesso tempo, risparmiare un po’ di soldi.

 

 

architettura
architettura

Cos’è la polizza architetto obbligatoria

Così come tanti altri professionisti, anche gli architetti sono tenuti per legge ad avere un’assicurazione RC professionale. L’obbligo è relativamente recente: per anni, gli architetti hanno potuto professare il mestiere senza firmare nessuna polizza. Tutto è però cambiato a partire dalla riforma delle professioni, prevista dal  D.P.R. n. 137 del 14 agosto 2012, la quale ha introdotto l’obbligo di assicurazione professionale per tutte le figure iscritte ad albi o ordini professionali. Gli architetti, quindi, sono in buona compagnia, insieme ad avvocati, psicologi, farmacisti, notai e via dicendo..

La polizza RC architetto, va a coprire i danni colposamente e personalmente provocati durante l’esercizio della propria attività professionale. Ma risultano coperti anche gli errori, gli incidenti riconducibili alle negligenza professionale, le omissioni, nonché i danni causati a terzi, e quindi i danni che colpiscono i clienti, per non parlare della perdita di documenti, delle spese legali e via dicendo.

Insomma, se non ci avesse pensato la legge a rendere obbligatoria questa assicurazione professionale, molto probabilmente ci avresti pensato tu, imponendoti già a partire dal primo incarico di sottoscrivere una polizza architetto. Per te, che sei giovane, c’è peraltro una polizza speciale: parliamo della polizza di responsabilità civile professionale Young, anche detta più semplicemente assicurazione architetti Young.

 

L’assicurazione architetti Young con giveback: di che cosa si tratta?

La polizza architetti Young è una speciale polizza RC professionale pensata per gli architetti di età inferiore ai 35 anni, la quale, essendo formulata per i soli giovani professionisti, è particolarmente vantaggiosa, con dei costi ridotti.

Non è del resto tutto qui. Per permetterti un risparmio ulteriore, pur godendo di una copertura completa, Axieme mette a tua disposizione il giveback, ovvero un rimborso che va a premiare gli assicurati più virtuosi: se nella tua cerchia di assicurati non avverranno sinistri infatti, potrai contare non solo su una polizza vantaggiosa, ma anche su un rimborso!

Scopri come funziona il meccanismo del giveback!

 

SCOPRI LA POLIZZA RC PROFESSIONALE ARCHITETTI

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Comments

comments