Non hai usato la tua assicurazione? Axieme ti restituisce una parte dei soldi spesi

Non hai usato la tua assicurazione? Axieme ti restituisce una parte dei soldi spesi 3
PER LA PRIMA VOLTA UN’ASSICURAZIONE RIMBORSA SOLDI SE NON ACCADONO SINISTRI

Axieme, la prima social insurance italiana, ha mantenuto la sua promessa: premiare gli assicurati virtuosi. Per la prima volta in Italia un’assicurazione restituisce ai clienti una parte dell’importo pagato per la polizza e il primo caso avviene con la community dei lavoratori di jobby, che beneficiano dell’assicurazione grazie alla collaborazione con Axieme iniziata proprio un anno fa.

La startup insurtech porta una vera ri(e)voluzione nel settore assicurativo, con un radicale cambio di paradigma nel rapporto tra assicurazione e assicurato.

 “Quando lavoravo come assicuratore – spiega Edoardo Monaco, co-fondatore di Axieme – i miei clienti si lamentavano sempre del costo dell’assicurazione. Non ritenevano giusto dover pagare ogni anno lo stesso prezzo (se non di più) anche se non avevano avuto sinistri e quindi non avevano usufruito della polizza”.

 Secondo gli ultimi studi di settore, infatti, l’assicurazione è sempre più percepita dagli italiani come una tassa. Ogni anno si paga l’assicurazione per arrivare spesso alla scadenza ed accorgersi di non averne avuto bisogno, con la sensazione finale di aver buttato via dei soldi. Da qui il “mito” delle ricche compagnie assicurative, che incassano e non restituiscono ai clienti il servizio pagato generando un malcontento generale.

“Axieme è nata proprio per questo” prosegue Edoardo Monaco “vogliamo rendere l’assicurazione semplice da comprendere, con un funzionamento equo e trasparente.”

COME FUNZIONA

giveback Axieme assicurazioni

Immaginate di dover fare un regalo ad un amico insieme ad altre persone. Tutti i partecipanti al regalo vi anticipano la propria quota per arrivare ad un budget di spesa (la cassa comune) di 100 euro. Iniziate a cercare il regalo e dopo averlo acquistato la spesa finale risulta essere stata di 80 euro.

Cosa fare dei 20 euro avanzati? Andrebbero ovviamente restituiti a chi ve li ha anticipati.

Con questo semplice esempio vi abbiamo descritto quello che fa Axieme: ogni assicurato “anticipa” alla compagnia assicurativa i soldi per attivare una copertura sul rischio desiderato. Alla scadenza della polizza Axieme restituisce una parte dei soldi pagati per l’assicurazione in funzione dei sinistri avvenuti.

L’importo restituito prende il nome di “giveback”, ispirandosi all’inglese dove significa letteralmente “torna-indietro”, proprio per dare il senso del ritorno di una parte dei soldi spesi per l’assicurazione.

Il modello Axieme si basa sul principio della sharing economy, applicato al settore assicurativo. Fattore portante è dunque la condivisione, in questo caso del rischio coperto dall’assicurazione, grazie alla quale allo scadere della polizza, se non sono avvenuti sinistri, gli assicurati ricevono un giveback.

Axieme è una delle startup vincitrici di MAGIC WAND, il primo acceleratore in Italia dedicato al FinTech e all’InsurTech, lanciato dall’incubatore quotato Digital Magics in partnership con BNL Gruppo BNP Paribas, Credito Valtellinese, Ersel Investimenti, Innovation Center del Gruppo Intesa Sanpaolo, Innogest, Poste Italiane, SellaLab, SisalPay, Società Reale Mutua di Assicurazioni e UBI Banca. MAGIC WAND è il centro di eccellenza italiano per innovare il settore della finanza e delle assicurazioni.

IL GIVEBACK COME MEZZO PER FARE BENEFICENZA – LA STORIA DI JOBBY

Un anno fa jobby ha stipulato una polizza assicurativa con Axieme per proteggere i propri “workers” da eventuali infortuni occorsi mentre svolgono lavori intermediati dalla piattaforma.

“Abbiamo deciso di tutelare i nostri workers dagli infortuni e stiamo lavorando insieme come early adopter di un modello assicurativo nuovo, flessibile e soprattutto adatto alla gig economyha dichiarato Andrea Goggi, amministratore di jobby.

“jobby vuole porsi come un player di riferimento del nuovo mercato del lavoro e non potevamo che avere un partner assicurativo altrettanto innovativo e orientato al futuro.

Per questo motivo stiamo lavorando insieme per espandere il servizio e avere sempre più varietà di tutele di gig-insurance per workers e offerenti”.

Come previsto dal modello Axieme, alla scadenza della polizza assicurativa è stato fatto il conto dei sinistri avvenuti nella community.

Secondo il principio del “minori sinistri = maggiore giveback” la community jobby ha ottenuto la restituzione di una quota-parte del premio pagato.

Giveback assicurazioni

“Siamo molto soddisfatti dell’esperienza con Axieme” prosegue Goggi “Non solo non abbiamo avuto bisogno di ricorrere alla polizza assicurativa, ma questo comportamento virtuoso della nostra community ci ha addirittura permesso di ottenere un giveback.

Non vi nascondo che è stato sorprendente ricevere un accredito sul nostro conto in banca da parte dell’assicuratore, per un attimo mi sono anche chiesto a cosa fosse dovuto, poi mi sono ricordato: è la prima volta che ricevo dei soldi da un’assicurazione per il fatto di NON aver avuto un sinistro”.

Un meccanismo, quello di Axieme, che genera benefici per tutti – la compagnia di assicurazione, la community e il terzo settore – e ha inoltre delle ricadute positive anche in ambito di Corporate Social Responsibility (Responsabilità Sociale d’Impresa). Il giveback può essere, infatti, liberamente destinato ad iniziative benefiche o cause di interesse della community. Un accredito “insperato e imprevisto” che l’assicurato può destinare alle iniziative che più gli stanno a cuore.

E per jobby, come è stato utilizzato il giveback ottenuto?

 “jobby lo ha devoluto all’Unicefconclude Goggi “per sostenere la loro attività contro lo sfruttamento del lavoro minorile, un tema al quale siamo particolarmente sensibili visto l’ambito in cui operiamo”.

Axieme sta dunque portando un cambiamento radicale nella percezione dell’assicurato: grazie al suo modello equo e trasparente l’assicurazione non solo non è più così difficile da capire, ma diventa persino un mezzo di sviluppo sociale.

Comments

comments

2 pensieri riguardo “Non hai usato la tua assicurazione? Axieme ti restituisce una parte dei soldi spesi”

I commenti sono chiusi