Esame di stato per commercialista, facciamo chiarezza

 

SCOPRI LA POLIZZA PROFESSIONALE PER COMMERCIALISTA

 

Esame di stato per commercialista ed esperto contabile, in quanti lo superano?

Per esercitare la professione di commercialista è necessario il superamento dell’esame di stato per l’abilitazione al termine degli studi universitari.

Tutti gli anni, in due sessioni, si svolge l’esame per l’abilitazione alle professioni regolamentate indetto dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca con apposita Ordinanza ministeriale.

La riforma introdotta dal DPR n. 328/2001 ha istituito due livelli distinti a cui corrispondono due distinte sezioni negli Ordini Professionali:

  • sezione A: cui si accede con il titolo di laurea magistrale, specialistica o quinquennale vecchio ordinamento (Dottori Commercialisti);
  • sezione B: cui si accede con il titolo di laurea triennale o con il diploma universitario, con il titolo di laurea specialistica/magistrale e quinquennale vecchio ordinamento (Esperti Contabili).

 

Ma quanti sono i commercialisti in Italia?

Sono circa 120.000 i commercialisti in Italia e negli ultimi dieci anni c’è stato un incremento di circa il 10%.

Il 34% è donna, se invece si guarda all’età i dati sono peggiorati negli ultimi anni: nel 2009 il 29% dei commercialisti era costituito da under 40, oggi i giovani sono solo il 17% del totale.

esame commercialista
esame commercialista

Quali sono le prove e come si svolge l’esame di stato per commercialisti?

Conseguita la laurea magistrale in economia, occorre che il candidato svolga un periodo di tirocinio di 18 mesi presso uno studio professionale di un dottore commercialista o esperto contabile che sia iscritto all’albo da almeno 5 anni.

L’esame di stato per commercialisti è in parte scritto ed in parte orale e l’accesso agli esami è diversificato in base al livello di studi conseguito e consente l’iscrizione in due differenti Sezioni (Sezione A e Sezione B) degli Albi professionali.

Le prime due prove scritte vertono su alcune materie specifiche della professione del commercialista quali contabilità d’impresa, revisione aziendale, finanza aziendale, diritto privato, diritto commerciale, diritto tributario.

La terza prova scritta ha un taglio pratico e consiste in un’esercitazione ovvero nella redazione di atti relativi al contenzioso tributario. 

L’esame orale, invece, consiste in un colloquio davanti a una commissione di esperti e verte sulle materie affrontate nelle tre prove scritte ed eventualmente su altre discipline come economia, matematica, legislazione e deontologia professionale.

 

Quanti sono i candidati a superare l’esame di stato di commercialista?

La percentuale di candidati che supera le prove conseguendo l’abilitazione di commercialista, a livello nazionale, è di circa il 50% ma, come per altre professioni, anche per i commercialisti è da notare l’eterogeneità del dato a livello nazionale.

Se infatti presso l’università Federico II di Napoli si registrano circa il 88% e a Roma Tor Vergata il 77%, in città come Bari o Venezia la percentuale non supera il 20%.

 

E se supero l’esame di commercialista?

La prima cosa da sapere per un giovane commercialista è che in quanto professionista abilitato è tenuto a contrarre una polizza assicurativa RC professionale (D.P.R. 137/2012- 14/08/2012).

L’assicurazione di Responsabilità Civile professionale tutela il professionista dai rischi che possono manifestarsi durante lo svolgimento della sua attività lavorativa, proteggendo così il suo patrimonio da eventuali richieste di risarcimento danni.

Questo tipo di polizza risarcisce il cliente dal danno di natura economica che il professionista potrebbe provocare in modo involontario, per un errore o una dimenticanza, nell’esercizio della sua attività lavorativa.

I premi assicurativi per questo tipo di polizza possono essere anche molto convenienti, puoi provare a fare subito un preventivo cliccando qui sotto.

SCOPRI LA POLIZZA PROFESSIONALE PER COMMERCIALISTA

 

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

Comments

comments