L’assicurazione infortuni sportivi è una tutela per le conseguenze di infortuni o altri danni collaterali che possono verificarsi durante lo svolgimento di un’attività sportiva. Questo prodotto è dedicato esplicitamente ai dilettanti e, a seconda della tipologia di polizza, è possibile avere protezione per diverse discipline, permettendoti di praticare il tuo sport preferito in tranquillità e con una protezione che copra le eventuali spese mediche dovute agli infortuni.

La copertura per le attività sportive è una delle garanzie offerte da un’assicurazione infortuni, per quanto non tutte le assicurazioni offrano una copertura a 360 gradi (in alcuni casi, infatti, gli sport estremi potrebbero non essere coperti).

In questo articolo, cercheremo di capire quali sono i vantaggi e perché, soprattutto se sei un dilettante, dovresti valutare di sottoscrivere una polizza di questo tipo. 

L’assicurazione infortuni sportivi è obbligatoria? 

C’è parecchia confusione in merito all’obbligatorietà dell’assicurazione infortuni sportivi: facciamo chiarezza.

Per gli atleti professionisti l’assicurazione è obbligatoria. Chi lo fa di mestiere, infatti, ha bisogno di coperture specifiche e la sottoscrizione delle polizza è gestita dalle rispettive società sportive. Se questo è il tuo caso, il dubbio non si pone e se hai qualche dubbio in merito, dovresti contattare la tua società di appartenenza.

Il decreto del 3 novembre 2010 denominato proprio Assicurazione obbligatoria per gli sportivi dilettanti, però, ha introdotto ormai da tempo una grande novità nello sport dilettantistico. Il decreto stabilisce che tutti gli sportivi, di qualsiasi livello, che siano tesserati con un ente riconosciuto dal CONI devono avere un’assicurazione infortuni sportivi. La copertura assicurativa, inoltre, deve rispettare determinati criteri stabiliti anch’essi dal decreto.  

Questo decreto ha l’obiettivo di tutelare sia gli sportivi sia le società da spese mediche e contenziosi legali in caso di infortuni. 

Assicurazione infortuni dilettanti: come funziona?

Assicurazione infortuni sportivi per dilettanti 

A questo punto potrebbe sembrare che la risposta alla domanda contenuta nel titolo di questo articolo sia scontata: non solo l’assicurazione infortuni sportivi vale per i dilettanti, anzi, è obbligatoria!

In realtà però bisogna fare una precisazione: se per sportivi “dilettanti” si intendono anche coloro che fanno sport a livello amatoriale, per questa categoria l’assicurazione non è obbligatoria. 

Se fai sport in maniera individuale e non sei tesserato in nessuna società, non sei obbligato a stipulare un’assicurazione infortuni sportivi, ma questo non vuol dire che tu non possa (o debba) farlo! È comunque una scelta molto saggia, se si pratica sport con frequenza, per mettersi al riparo da eventuali infortuni e garantirsi la possibilità di ricevere le migliori cure. 

L’assicurazione infortuni sportivi, però, spesso è pensata esclusivamente per sportivi tesserati ed è strettamente legata alle procedure e alle regole delle società sportive: vale per i dilettanti tesserati, non sempre quindi vale per i dilettanti amatoriali. Per esempio, le assicurazioni infortuni sportivi specifiche coprono solo gli infortuni avvenuti nelle strutture della società, nel rispetto delle regole della società, in presenza di un istruttore o allenatore e sotto dichiarazione della società stessa. 

Uno sportivo dilettante amatoriale può quindi stipulare una normale assicurazione infortuni, verificando la copertura per le attività sportive che svolge.

Cosa copre l’assicurazione infortuni sportivi per dilettanti 

L’assicurazione infortuni sportivi per dilettanti tesserati viene stipulata direttamente dalle società sportive per i propri tesserati e comprende delle coperture obbligatorie per legge più eventuali coperture extra. 

In generale, “l’assicurazione obbligatoria riguarda le conseguenze degli infortuni accaduti ai soggetti assicurati durante ed a causa dello svolgimento delle attività sportive, degli allenamenti e durante le indispensabili azioni preliminari e finali di ogni gara od allenamento ufficiale”.  

La copertura, quindi, non riguarda solo il momento specifico dell’allenamento o della gara, ma anche i momenti prima e dopo, purché tutto si svolga nei tempi, nelle strutture e secondo le regole previste dalla società sportiva. Non solo: l’assicurazione può estendersi anche al “rischio in itinere”, cioè a infortuni occorsi durante il trasferimento con qualsiasi mezzo da o per il luogo di svolgimento dell’attività sportiva. La validità si estende all’attività sportiva svolta in tutto il mondo e non ci sono limiti di età dello sportivo. 

L’assicurazione copre le spese mediche per danni che vanno da semplici lesioni all’invalidità permanente, finanche alla morte. 

I soci tesserati hanno diritto e dovere di consultare l’assicurazione stipulata dalla propria società e verificare che tutte le coperture obbligatorie siano presenti. 

L’assicurazione infortuni sportivi per i dilettanti non tesserati, invece, può essere una generica copertura contro gli infortuni oppure una polizza specifica per lo sport, tutti oppure solo un tipo di sport (per esempio lo sci) o ancora specificamente per sport pericolosi, non sempre inclusi nelle normali assicurazioni. Con Axieme, ad esempio, puoi sottoscrivere una polizza infortuni con coperture anche per sport pericolosi a partire da 6€ al mese.

Se sei in dubbio su quale sia il prodotto giusto per te, puoi anche richiedere una consulenza con uno dei nostri Family Insurer che sapranno indirizzarti al meglio sul prodotto più adatto alle tue esigenze.

L’assicurazione infortuni sportivi, in conclusione, vale anche per i dilettanti, ma poiché nel linguaggio comune questo termine richiama qualsiasi sportivo non professionista, è necessario verificare la differenza di validità per i tesserati e i non tesserati.