L’inquilino perfetto è quello assicurato.

Regole base sull’assicurazione per una convivenza serena e pacifica con il tuo inquilino.

spiacevoli avventure..

Se c’è una cosa per cui, l’ormai anziano, Facebook dona ancora soddisfazione sono i commenti ai post. Pagine e pagine di meme raccontano uno dei fenomeni più interessanti del web: la risata condivisa.

Una delle pagine con più followers è “Commenti memorabili”, scorrendola ci si imbatte in un’immagine grottesca in cui è fotografata una tv distrutta a terra e un muro completamente lesionato.

inquilini assicurazione
inquilini assicurati.

Guardando questa foto, oltre ai commenti geniali al suo fianco, quello che si può notare è la catastrofe dell’accaduto: tv da ricomprare e muro da rimettere a posto. Chissà se l’inquilino di quell’appartamento aveva sottoscritto un’assicurazione sulla casa?

La buona notizia è che se si ha una polizza assicurativa il tutto verrà risarcito, in caso contrario…bè, chi rompe paga.

Visto che alla base di un contratto c’è sempre un rapporto di fiducia reciproca non sarà meglio consigliare ai propri affittuari di correre ai ripari?

 

I miei giovani inquilini sono gente con la testa sulle spalle!

È molto vero, ma sapete cosa succede se si lascia la chiave inserita all’interno della toppa di una porta blindata?

Bisogna chiamare un fabbro, pagare la chiamata d’emergenza, sfondare la porta e montare una nuova serratura. Costo dell’operazione? Dai 500 euro in su. Tutto a spese di chi ha provocato l’incidente.

Caro padrone di casa fiducioso, i tuoi inquilini escono di casa pensierosi e frettolosamente, lasciano le chiavi inserite e ti chiamano disperati pensando che tu abbia la soluzione a tutti i loro problemi. Tu la soluzione ce l’hai, ma costa un sacco di soldi che dovranno pagare loro…e tu dovrai dirglielo. Dovrai sorbirti pianti, suppliche e frustrazioni. I rapporti si incrineranno e il tuo splendido inquilino con la testa sulle spalle diventerà, ai tuoi occhi, un pasticcione che fa cose senza senso.

 

Ma perché devo pensarci io?

Molto semplice: perché il tuo inquilino si fida di te. Sta stipulando un contratto, ti sta affidando la garanzia di poter ogni giorno avere un tetto sulla testa e – allo stesso tempo – si sta prendendo l’onere di tenere al sicuro la tua casa. Un bene che lui non possiede e di cui però dovrà occuparsi e curare come fosse suo.

 

Sì ok, ma io che ci guadagno?

L’assicurazione stipulata da un affittuario ti tutela perché ti certifica che riceverai un risarcimento qualora accadesse qualcosa nella casa che hai affittato. È vero che sarà comunque così, ma una polizza del genere accorcia moltissimo i tempi. Se l’inquilino non dispone immediatamente della cifra da risarcire, o peggio ancora non volesse farlo sarai tu a dover sostenere le spese. Magari dovrai anche imbarcarti in una causa civile per poter riavere ciò che ti spettava di diritto da subito. Per esempio se dovesse verificarsi un incendio o una perdita d’acqua che va a rovinare anche le altre abitazioni del condominio tu – in quanto proprietario – sarai il diretto responsabile.

 

Ma siamo sicuri che chi rompe paga?

La risposta è sì… fiù, sospiro di sollievo! Secondo la legge la persona che arreca il danno all’abitazione è tenuto è risarcirlo. Lo stesso vale per la Responsabilità Civile, anch’essa ricade su chi provoca il guaio, anche se questo è causato da qualcuno del nucleo familiare – o dal suo animale domestico – di cui il responsabile fa parte.

 

Quindi il locatore può stare tranquillo sempre e comunque?

Stipulando un contratto d’affitto si affida il proprio immobile a un locatario che quindi è totalmente responsabile di ciò che avviene in quelle quattro mura.

Per cui sì, il locatore può stare tranquillo.

 

Animali domestici sì o no?

Ovviamente sì, sempre! Anche perché le clausole sul contratto di affitto che ne vietano l’ingresso in una casa sono facilmente impugnabili e non hanno valenza. Inoltre se un inquilino è proprietario di un animale sarà più facile consigliargli di effettuare un RC inquilino. Si sa gli animali fanno il loro dovere per cui un gatto al 99% distruggerà un divano e un cane molto probabilmente rovinerà un tappeto o mangiucchierà degli infissi. Sono animali, la colpa non è la loro. Ma come proprietari di un appartamento pronto da affittare è necessario tutelarsi e spiegare ai propri inquilini che valore e costi ha la casa in cui stanno entrando. Consigliare una polizza assicurativa all’inizio sarà molto più semplice che chiedere il risarcimento dei danni provocati.

SCOPRI LA POLIZZA CASA CON GIVEBACK

 

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

 

Comments

comments