Articolo Blog Capodanno 2020

Viene un po’ difficile trovare le parole, quest’anno, per iniziare questo nostro tradizionale post.

Ripensare al momento in cui stavo scrivendo l’Happy Insurtech Year di un anno fa è come ricordare un aneddoto della nostra infanzia, il primo bacio, l’esame di maturità.

Quei ricordi che esistono chiaramente, ma di cui ti sfuggono alcuni contorni: cosa indossavo mentre davo il primo bacio? Chi era seduto dietro di me durante l’esame di maturità?

Dettagli che sfumano nell’insieme di eventi che hanno invece caratterizzato quel momento.

Ebbene questo 2020 ha decisamente stravolto il mondo nel quale viviamo, e nel ripensare a tutto quello che è accaduto in questi dodici mesi appena trascorsi mi perdo sicuramente dei dettagli del me stesso un anno fa.

Carlo ha appena compiuto un anno, mi sembra incredibile guardarlo ora – nei suoi gesti, nelle sue prime parole, i suoi primi passi – e pensare che appena un soffio più di un anno fa non era ancora qui con noi. Ora che la sua presenza è parte di me stesso e della straordinaria naturalezza della quotidianità.

Sicuramente il primo anno di vita di un figlio contribuisce a riempire i 12 mesi trascorsi di molti aneddoti che contribuiscono a questo “effetto binocolo” nel riguardarsi indietro. Le notti insonni che non si contano più (così come i pannolini cambiati) e le emozioni intense fanno la loro parte.

Ma c’è di più. Per chi come noi vive il proprio lavoro con la passione e la foga che solo chi ha dato vita a un’azienda può conoscere, quest’anno ha segnato un vero cambiamento in Axieme.

Siamo cresciuti, siamo maturati, abbiamo acquisito consapevolezza e siamo, in definitiva, cambiati (posso affermare: in meglio).

E per quanto qualcuno dica che forse i Maya si sono sbagliati invertendo qualche numero – perché in realtà la fine del mondo è per il 2021 e non il 2012 – quest’anno appena trascorso lo ricorderemo non solo per gli eventi straordinari a livello globale ma per la serie di sfide (si, con la “d”, non con la “gh”), per la maggior parte vinte, che ci ha presentato.

Maya Axieme

Come spesso accade, d’altronde, le sfide portate da questo 2020 hanno generato innovazioni: abbiamo accolto nuovi membri del team in remoto, abbiamo organizzato aperitivi virtuali, abbiamo aperto una nuova sede… tutti cambiamenti che abbiamo abbracciato in pieno spirito Axieme facendoli diventare parte del nostro modo di approcciare il lavoro, della nostra voglia di smuovere lo status-quo.

Sembra così lontano pensare all’articolo che Fortune ci ha dedicato solo pochi mesi fa, e di tutto quello che abbiamo fatto ed è successo da allora:

  • Per darvi ancora più supporto, rispondere più velocemente alle vostre richieste e far crescere la nostra tecnologia, nel 2020 abbiamo allargato la nostra famiglia accogliendo nel team Chiara – e proprio mentre la stavamo formando siamo stati rinchiusi in lockdown – e poi via via nel corso d’anno Edoardo, Cristian, Matteo, Enrica, Paola e Pasquale.
  • Abbiamo dunque sperimentato il full smart-working, scoprendoci ancor più efficaci nel lavoro e coesi come team, a dimostrazione che la vera differenza la fanno le persone e che il grande lavoro svolto nel costruire la ciurma è stato fondamentale.Smart Working
  • Dato che gli spazi fisici sono diventati un aspetto relativo, abbiamo convertito la nostra sede in un light-office per riunioni periodiche; abbiamo così creato un altro punto d’appoggio al sud, a Cagliari, creando un ponte attraverso l’Italia e aprendoci a nuovi territori che stanno ponendo le basi del futuro digitale 📲 del nostro paese.
  • in risposta all’esigenza crescente di digital transformation nel settore assicurativo abbiamo lanciato AxiDigital (axidigital.it), facendo leva su tutto il nostro know-how sviluppato in questi anni e fondendo competenza assicurativa con capacità tecnologica.
  • Per raccogliere tutto ciò che di bello e innovativo stiamo portando avanti in questa fucina di talenti che ho il privilegio e l’onore di rappresentare, abbiamo quindi dato vita ad Axieme Group (axiemegroup.com).
  • Non ci sembrava ancora abbastanza 😎 e quindi abbiamo sviluppato un nostro set di API per darci la possibilità di aprire a future collaborazioni in pieno approccio open-innovation e soprattutto in ottica di ottimizzazione dei processi.
  • Siccome non eravamo ancora stanchi 😁 abbiamo trasformato la nostra tecnologia, dando vita ad un’architettura a microservizi (che mentre vi sto scrivendo i nostri sviluppatori stanno perfezionando) tipica di una piattaforma che vuol essere un caso scuola nel settore assicurativo.
  • Il valore della social insurance è stato percepito anche da grandi gruppi assicurativi ed è nata la collaborazione con QUIXA per distribuire la loro prima polizza PET che riconosce un Giveback agli assicurati virtuosi (e per quest’iniziativa abbiamo anche vinto un premio speciale agli Italian Insurtech Awards).
  • Grazie alle continue richieste dei nostri clienti, abbiamo lanciato nuovi prodotti 🛡 🏠 👩‍⚕ 🚑 💼 🔥 che ora sono disponibili sulla nostra piattaforma, siglando nuovi accordi di collaborazione con diverse compagnie.
  • A proposito di compagnie, con alcune di loro ci siamo avvicinati, poi allontanati, abbiamo dissentito su alcuni aspetti, convenuto su altri, cercato di trovare un linguaggio comune per conciliare esigenze da “incumbent” con le prospettive di un mondo che cambia; sempre nel rispetto reciproco e nella consapevolezza che un confronto collaborativo ma schietto non possa che portare a una crescita per entrambi.
  • Sempre a proposito di compagnie, abbiamo avviato collaborazioni con assicuratori stranieri 🇫🇷🇺🇸🇬🇧 per distribuire prodotti con un modello distributivo innovativo e tecnologico.
  • Per rendere i nostri prodotti sempre più accessibili, abbiamo dato la possibilità ai nostri clienti di finanziare in comode rate mensili qualunque polizza presente sulla nostra piattaforma a partire da 250€ annui; lo abbiamo fatto in modo seamless e rendendo l’esperienza utente semplice e immediata integrandoci con i nostri amici di Soisy.
  • Come risposta alle nuove esigenze nate durante questo periodo non semplice, abbiamo dato vita al tutti Axieme contro il Covid, raddoppiando gli importi degli assicurati che avrebbero scelto di donare il Giveback alla Protezione Civile

Tutti Axieme contro il Covid

  • Abbiamo quindi deciso di rendere questa iniziativa permanente, perché ragionando fuori dagli schemi ci siamo accorti dell’impatto che avremmo potuto generare scegliendo di dare al nostro settore la valenza sociale e mutualistica per la quale è nato sin dall’origine. Tutti i nostri clienti posso scegliere di devolvere il loro Giveback all’associazione preferita, vedendoselo così raddoppiare.ONU 2030 Axieme[titolo] 7
  • In quest’anno così particolare abbiamo anche fatto un aumento di capitale, che ci ha visto accogliere come nuovo socio il fondo d’investimento di Cassa Depositi e Prestiti, CDP Venture Capital SGR, per avere le risorse per continuare a migliorare i nostri servizi e crescere: gli investimento che stiamo mettendo in campo oggi saranno la base del nostro vantaggio competitivo in futuro.
  • Con la lungimiranza che li contraddistingue, alla Business School del Sole24Ore hanno scelto di dare vita al primo Master in Insurtech d’Italia, e ci hanno chiesto di partecipare in qualità di docenti portando la nostra esperienza e visione sull’evoluzione della filiera assicurativa e distributiva.
  • La prima associazione nazionale per numero di amministratori di condominio associati, ANACI, ha dato vita al portale ANACI SALUTE e lo ha fatto credendo nella forza della community e nella nostra tecnologia per mettere a disposizione soluzioni dedicate alla salute.
  • Colti dall’importanza di digitalizzare le proprie reti, il Gruppo Reale Mutua (con Reale Mutua e Italiana Assicurazioni) ci ha scelti per abilitare i suoi agenti a nuove modalità distributive grazie all’uso della nostra tecnologia per sfruttare tutte le potenzialità del digitale.
  • Per rispondere ai numerosi intermediari assicurativi che ci hanno contattatati chiedendoci di collaborare, abbiamo dato vita ad Axieme Business, per aiutarci a diffondere la social insurance grazie alla forza delle reti e delle relazioni professionali.
  • Desiderosi di avviare insieme a noi un progetto che dia all’assicurazione il senso valoriale che merita, Net Insurance ci ha chiesto di collaborare per assicurare la community dei clienti/soci di Forgreen, l’operatore energetico 100% rinnovabile che ha assunto il ruolo di promotore di modelli di comunità sostenibili e trasformato il suo statuto da Società per Azioni in Spa Società Benefit.
  • E infine… dato che come avrete capito smobilitare lo status quo nel settore in cui operiamo non ci spaventa (anzi) 💪 stiamo dando vita ad AxiData, il primo progetto in Italia volto a creare una piattaforma dati per il censimento, l’analisi e la valutazione del rating degli assicurati; inizieremo a mettere in campo le risorse nel 2021 insieme ad un partner internazionale che ha già creduto nella nostra visione.

In tutto ciò, siccome non ne avevamo ancora abbastanza 😉, nel corso degli ultimi 12 mesi abbiamo moltiplicato per tre i volumi di polizze emesse anno su anno e poi parlato, parlato e riparlato di insurtech a molti eventi e webinar come al Festival delle Assicurazioni o al Webinar del bilancio di fine anno della Italian Insurtech Association.

Non ci resta dunque che farvi i nostri migliori auguri di buone feste, facendolo a modo nostro, in spirito Axieme, perché come sempre se vuoi andare veloce vai da solo, ma se vuoi andare lontano vai insieme agli altri.

Video Natale 2020 Team Axieme

Noi ci abbiamo messo tutto il cuore e tanta volontà perché vogliamo essere al vostro fianco e fare la differenza; crediamo davvero nel nostro progetto e la prova è che lo stiamo realizzando grazie e insieme a voi.

Un nuovo anno sta per iniziare e non vediamo l’ora di affrontare le sfide che ci attendono.

Happy Insurtech Year a tutti voi! 🎆 💪

 

SCOPRI LE ULTIME NOVITÀ SUL NOSTRO SITO

 

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

Comments

comments

Articolo precedenteEsame d’avvocato, come funziona
Articolo successivoGiveback Day Axieme
Laureato in Economia con un Master in Management, ha maturato esperienze professionali in consulenza (Bain & co.), finanza (UBS Investment Bank) e nel marketing (L’Oréal, Mondelez) prima di entrare "quasi per caso" nel settore assicurativo come broker. Appassionato di innovazione e insurtech, è docente a contratto presso la Business School ESCP Europe e co-fondatore di Axieme, la prima social insurance in Italia.